Vedetta Mediterraneo

Festa Gente di mare: focus su Blue economy

Il Festival "mare d'inchiostro" sale sul podio anche alla "Festa Gente di mare": focus su Blue economy e archeologia. Il professor Nicolò Carnimeo, docente di Diritto della Navigazione dell'Università di Bari e presidente dell'associazione "Vedetta del Mediterraneo" parteciperà e illustrerà il primo anno di vita del festival in Puglia. 

Con studenti confronto sui mestieri e stili di vita (ANSA) - BARI, 25 OTT - Ha preso il via oggi, al "Terminal crociere" del porto di Bari, la terza edizione della "Festa della Gente di Mare", organizzata dalle istituzioni di riferimento del "welfare del mare": Capitaneria di porto di Bari, Autorita' di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Stella Maris Santa Chiara di Bari e la Sezione di Bari della Lega Navale Italiana. Un evento incentrato sul tema della 'Blue economy', snocciolato attraverso confronti e dibattiti. La giornata odierna ha avuto come filo conduttore "Il mare: mestieri e stili di vita", argomento affrontato davanti a una platea composta da studenti delle scuole superiori del territorio. Dopo i saluti istituzionali, ai giovani sono stati illustrati gli sbocchi professionali e le prospettive occupazionali offerti dalla "Blue Economy" e dai settori economici legati al mare che ne costituiscono il modello di sviluppo ecosostenibile. La giornata di domani, invece, si terra' nell'auditorium dell'Archivio di Stato di Bari e sara' dedicata alla conoscenza del patrimonio archeologico subacqueo e del paesaggio costiero. "Il mare va inteso nel senso piu' ampio possibile. Le opportunita' sono tantissime", ha detto ai ragazzi il Contrammiraglio Giuseppe Meli. Messaggi chiari affinche' i giovani colgano tutte le opportunita' che i porti e il mare possono dare loro. Opportunita' di lavoro molteplici, che vanno - e' stato sottolineato - dalla sicurezza della navigazione, dei porti, della salute in mare, alla pesca, per citarne alcune.(ANSA). YB4-AME 25-OTT-18 12:15 NNNN